logotype

Camparicò

Caparicò (Campo Riccò in Italiano) è il nome della zona dove abbiamo le api. Ecco di seguito una breve storia...

Nel 2008, dopo aver deciso di intraprendere l'avventura nel fantastico mondo delle api, decidiamo di cercare un luogo favorevole alla vita delle api e allo stesso tempo facilmente accessibile per svolgere tutte le operazioni.

Dopo una serie di sopralluoghi identifichiamo la zona di Camparicò a Bracelli come zona ideale per l'allevamento delle api. La zona si presenta infatti ottimale per le api essendo esposta ad est, riparata dai venti freddi provenienti da ovest e da nord e caratterizzata nelle immediate vicinanze dalla presenza di numerose piante di acacia, castagno, erica e corbezzolo, tanto care alle nostre amiche api…

Il terreno, coltivato fino ai primi anni '90 dalla famiglia di Mirko, si trova però in condizione di grande abbandono. Dove prima c'erano un vigneto, molte piante di olivo e piante da frutto, abbiamo trovato solo rovi e piante di acacia cresciute ovunque. 2000 metri quadri interamente da recuperare.

A settembre del 2008 iniziamo i lavori di pulizia del terreno e, dopo molta fatica, a marzo del 2009 i terreni si presentano finalmente ripuliti e pronti ad ospitare le api e gli alberi da frutto, come progettato.

Di seguito una breve rassegna fotografica con le varie fasi della ripulitura dei terreni a Camparicò:

 

1
2
Camparicò nell'agosto del 2008 dopo quasi 15 anni di abbandono...
settembre 2008, iniziano i lavori di recupero.
 .  .
3
4
ottobre 2008, sono stati eleiminati i rovi che occupavano tutta la superficie delle piane.
marzo 2009, dopo la pulizia, viene realizzata la recinzione.
 .  .
5
6
aprile 2009, vengono effettuati gli scavi per la messa a dimora degli alberi da frutto.
maggio 2009, arrivano i primi alveari a Camparicò. Prima erano situati in un'altra zona vicino al paese di Bracelli.
 .  .
7
8
maggio 2010, il numero di arnie è aumentato rispetto all'anno precedente.
giugno 2011, la zona si rivela eccezionale per le api, dando molta soddisfazione anche nella produzione di miele.